Divertente lettura per nati prima del 1975

img20.jpg

Hai scoperto di non essere più tanto giovane? “Ah, i giovani d’oggi..”

Tu che sei nato prima del 1975: Quante volte avrai sentito un adulto dire “ma guarda questi giovani d’oggi”?

Ma a ben pensarci, è difficile credere che siamo sopravvissuti fino ad oggi:

Da bambini, andavamo in macchina (quelli che avevano la fortuna di averla) senza cinture di sicurezza e senza air bag. E viaggiare nel cassone posteriore di un pickup, in un pomeriggio torrido, era un regalo speciale.

I flaconi dei medicinali non avevano delle chiusure particolari a prova di tutto.

Si beveva l’acqua dalla canna del giardino, non da una bottiglietta con il tappo apri/chiudi. (altro che Sars..)

Andavamo in bicicletta senza usare un casco, a velocità incredibili per quei tempi.

Ci procuravamo delle abrasioni, ci rompevamo le ossa o i denti… e non c’erano mai denunce, erano soltanto incidenti: nessuno ne aveva la colpa….

Passavamo dei pomeriggi a costruirci i nostri “carri giocattolo”. Ci lanciavamo dalle discese e dimenticavamo di non avere i freni fino a quando non ci sfracellavamo contro un albero o un marciapiede. E dopo numerosi incidenti, imparavamo a risolvere il problema…. noi da soli!

Uscivamo da casa al mattino e giocavamo tutto il giorno; i nostri genitori non sapevano esattamente dove fossimo, nonostante ciò sapevano che non eravamo in pericolo. Non esistevano i cellulari. Incredibile…

Avevamo delle liti, a volte dei lividi. E anche se ci facevano male e a volte piangevamo, passavano presto; la maggior parte delle volte senza che i nostri genitori lo sapessero mai.

Mangiavamo dei dolci, del pane con moltissimo burro e bevande piene di zucchero… ma nessuno di noi era obeso. Ci dividevamo una Fanta con altri 4 amici, dalla stessa bottiglia, e nessuno mai morଠa causa dei germi.

Non avevamo la Playstation, nè il Nintendo, nè dei videogiochi. Nè la TV via cavo, nè le videocassette, nè il PC, nè internet; avevamo semplicemente degli amici. Uscivamo da casa e li trovavamo. Andavamo, in bici o a piedi, a casa loro, suonavamo al campanello o entravamo e parlavamo con loro. Figurati: senza chiedere il permesso! Da soli!

E tutto senza controllo! Come siamo sopravissuti?!

Ci inventavamo dei giochi con dei bastoni e dei sassi.

Giocavamo con dei vermi e altri animaletti e, malgrado le avvertenze dei genitori, nessuno tolse un occhio ad un altro con un ramo e i nostri stomaci non si riempirono di vermi.

I peggiori problemi a scuola erano i ritardi o se qualcuno masticava una cicca in classe.

Le nostre iniziative erano nostre. E le conseguenze, pure. Nessuno si nascondeva dietro a un altro. L’idea che i nostri genitori ci avrebbero difeso se trasgredivamo ad una legge non ci sfiorava; loro erano sempre dalla parte della legge.

Se ti comportavi male i tuoi genitori ti mettevano in castigo e nessuno li metteva in galera per questo. Sapevamo che quando i genitori dicevano “NO”, significava proprio NO.

I giocattoli nuovi li ricevevamo per il compleanno e a Natale, non ogni volta che si andava al supermercato. I nostri genitori ci facevano dei regali con amore, non per sensi di colpa.

E le nostre vite non sono state rovinate perché non ci diedero tutto ciò che volevamo.

Questa generazione ha prodotto molti inventori, amanti del rischio e ottimi risolutori di problemi. Negli ultimi 50 anni c’è stata un’esplosione di innovazioni e nuove idee. Avevamo libertà , insuccessi, successi e responsabilità , e abbiamo imparato a gestirli.

Tu sei uno di loro. Complimenti!!!

img21.jpg
Divertente lettura per nati prima del 1975ultima modifica: 2009-09-23T11:48:00+00:00da mary_joy
Reposta per primo quest’articolo

51 pensieri su “Divertente lettura per nati prima del 1975

  1. ciao mary joy sono contenta di rileggerti di nuovo!!!! e con un blog piu’ bello! complimenti!!!! Vorrei porti una domanda: tu credi davvero che ognuno di noi abbia un angelo custode? o per lo meno una guida nei momenti difficili? ciao a presto?

  2. per il tuo post, direi si’ effettivamente nn avevamo tutto quello che le nuove generazioni hanno a disposizione, si viveva in modo sicuramente piu’ sano, ma purtroppo il progresso porta conse lati positivi, ma aimhe’, anche negativi, ma perche’ nn si e’ ingrado di gestirli in maniera corretta. Una volta si giocava in cortile, si stava di piu’ all’aria aperta e quindi il pane con la cioccolata nn ci faceva di certo ingrassare. adesso con tutte le schifezze che ci sono sul mercato e la complicita’ della tecnologia si’ che c’e’ un obesita’ galoppante!!!! Quindi mi vedi completamente d’accordo con te!!!!

  3. Bellissimo e verissimo questo post … ad ogni ricordo ho sorriso io mamma che appartengo a quella generazione mi rendo conto di quante cose siano cambiate da allora e quante oramai non fanno parte del presente … ma questo lo denoto soprattutto nell’educazione di mio figlio dove involontariamente ho ribaltato tutti i miei pensieri e il mio modo di vivere di allora dovuto anche in parte al cambiamento del mondo in cui viviamo ed è praticamente impossibile esimersi dal non comportarsi così come si agisce ora …
    Mary è bellissima l’idea delle ricette dietetiche io mi sono stampata quella della besciamella …. e domenica la proverò !!! un baciotto cara e a presto.
    lau

  4. Eccomi Mary…non mi sono dimenticata di te…anzi mi scuso, ma in questo periodo sono troppo presa e a dir la verità…mi sento vuota e non riesco andare avanti con il blog…devo pensare…spero di uscire da questo momento di stallo…buona domenica. Rosy

  5. Sono daccordo su quasi tutto facendo parte della categoria, ma c’è un appunto che comunque vorrei fare: difatti molte cose negative, tipo il modo di educare i bambini, soprattutto nelle famiglie in cui si era soliti picchiare e sonoramente i figli, la violenza veniva tacciata per qualche sculaccione di troppo. La gente soprassedeva, non aveva il coraggio di parlare perché non se ne parlava. Ed i drammi erano comunque all’ordine del giorno. E nessuno sapeva mentre le vittime dovevano soccombere senza alcuna speranza di essere compresi e quindi salvati da certe situazioni. Ora se ne parla e credimi il solo parlarne è un ottimo deterrente perché il fenomeno sia quantomeno denunciato. E quindi c’è timore e nel contempo i ragazzi sanno in molti casi come fare per permettere l’intervento di estranei. Non abbiamo risolto il problema, è vero, ma lo abbiamo controllato e diminuito. Questo è soltanto un esempio tipo…E’ anche vero che oggi con il buonismo dilagante si è smarrito il limite di ciò che è positivo con conseguenze positive ed il suo contrario. Tutto va bene ed è giustificabile e comunemente accettato. Su questo ovviamente non sono daccordo perché abbiamo compreso sufficientemente quanto sia deletereo e quanto no…ci manca il coraggio per ammetterlo. Sotto molti aspetti quelli erano tempi migliori. Sotto altri aspetti sono questi i tempi migliori. Ogni epoca ha le sue peculiarità, sta a noi saper trarre il meglio dal passato permettendoci un futuro migliore.
    Ti abbraccio.

  6. Erano altri tempi quelli cara Mary, molto migliori di quelli che stiamo vivendo oggi. La tecnologia ha rovinato molte cose, soprattutto i valori importanti della vita che se ne sono andati insieme ai nostri nonni.
    C’è un pensiero positivo, per i nati prima del 75: il vedere come si è ridotto il mondo oggi, non fa venire la voglia di tornare bambini, di essere bambini oggi e non avere una buona prospettiva di futuro davanti.
    Ciao Mary…buonanotte

  7. Quel pezzetto di strada bianca

    in mezzo ai campi di grano

    che conduce al giardino della vita,

    si puo’ avere tutto ricchezza tranquillità affetto

    ma senza quel pezzetto di strada

    che passa attraverso il mio cuore

    tutto è nulla, tu sei quel pezzetto di strada,

    sei l “AMICIZIA

    Buona giornata ,un abbraccio

  8. ?—–O—————O——
    –O——O——-O—–O—-
    -O——-O—–O———O–
    O———–O-O———–O
    O————O————O
    -O———-0-0———O-
    —O——————-O—
    ——-O————O——
    ———-O——O———
    ————-O-O———–
    ————–O————-
    Grazie per la visita!
    Prego di scrivermi un commento sul mio blog, saluto Nizza.

  9. …..`|
    …..).(
    …..|.|…../?*?
    …. |.|….(/.`…}.)
    …..|.|….^/.^`}.§??
    ……….=….(.{..)?
    …………’-,..(…§(??
    ………._.’…..(.(..(??
    ……….-‘…….(..§.( §?
    ………/.’-.’…..).(..({?(
    ………_(……(._;/.§?
    …………’-‘#`-?/….?
    ………..)….#…(…/./
    ………/##….##././
    ………###..####*/
    ………#########*
    ………*########*
    ………..*######*
    …………..*#####*
    …………….*####*
    ……………….*###*
    …………………*###*
    ……………………*##
    …………………….*##.
    ……………………#####.
    ……………….##########
    ………………####*__*###

    saluti a te solo da me.

  10. ……… ) ` – . . ‘ `(
    …….. / . . . .` . .
    …….. |. . . . . |. . .|
    ……… . . . ./ . ./
    ……….. `=( /.=`
    …………. `-;`.-‘
    …………… `)|
    ……………. || _.-‘|
    …………. ,_|| _.,/
    ……. , ….. || .’
    ……. | | ,. ||/
    …. ,..` | /|.,|Y,
    …. ‘-…’-._..||/
    …….. >_.-`Y|
    ……………,_||
    ……………. ||
    …………….. ||
    …………….. ||
    …………….. |/

    buona sera! inviare saluti … Renci …

  11. Augurandoti buon fine settimana,
    ti chiedo un piccolo gesto d’amore,
    un sms al n. 48541 per donare 2 euro
    alla stremata popolazione di Haiti
    devastata dal terremoto.
    Una tua goccia d’acqua per formare
    un fiume di solidarietà da tutti noi bloggers.

    Un saluto affettuoso da Giuseppe.

Lascia un commento